Come un figlio può fare il Coming Out con un familiare.

Può sembrare buffo, ma questo post comincerà circa come quello precedente, solo a parti invertite. Quindi, come un figlio dovrebbe comportarsi nei tre casi più comuni:

  1. Hai il dubbio, o sei già al punto che ne sei certo, di essere gay;
  2. vorresti fare di fare coming out con i tuoi genitori;
  3. qualcuno che ama farsi gli affari altrui, ha fatto outing su di te ed i tuoi sono venuti a saperlo indirettamente.

Come puoi vedere, le situazioni sono pressoché le stesse dei genitori, con la differenza —tutt’altro che minima —che il soggetto sei tu!

Già avrai avuto il tuo bel da fare per capire cosa sei e perché lo sei; avrai avuto il tuo bel da fare a capire che non sei malato, né sbagliato, né cattivo, né destinato all’inferno per questa cosa. Adesso ti ritrovi in una di questa tre situazioni: come affrontarle? Beh io posso solo darti qualche consiglio, in gran parte per la mia esperienza personale, per altre parti frutto di esperienze di altri ragazzi che ho aiutato nelle tue stesse condizioni; quindi partiamo dal primo punto!!

Continue reading →

Mio figlio forse è gay!! Adesso che faccio?

Inizio con il parlare di come un genitore dovrebbe comportarsi nei tre casi più comuni:

  1. Scopre, da solo in qualche modo, che il pargolo sia gay;
  2. il proprio figliolo fa coming out con voi;
  3. qualcuno che ama farsi gli affari altrui, fa outing su vostro figlio e lo viene a sapere indirettamente.

Continue reading →

Coming Out ed Outing: NON sono la stessa cosa!

Confusione che molti fanno da sempre, un po’ per ignoranza, un po’ per pigrizia nell’andare a cercare la differenze tra le due cose, un po’ per superficialità.

La differenza tra le due cose c’è ed è enorme:

  1. Coming out: azione conscia, e voluta, del dire di essere gay a qualcuno.
  2. Outing: qualcuno che non si è fatto gli affari propri, dice in giro che tu sei gay.

Continue reading →