Giovani gay, e partner maturi.

Giovani gay, e partner maturi: cosa porta un giovane gay, a cercare la compagnia di un uomo maturo, per formare una coppia stabile? Me lo sono chiesto più volte, nel tempo, ed ho deciso di cercare un po’ di dati per vedere se riuscivo a darmi una qualche risposta.

Young guy searching for dads

Photo by Jeremy McKnight on Unsplash

In questi ultimi giorni mi è capitata l’occasione di mettere le mani su un database di una nota app di gay dating.

Chiariamo: l’ho trovato nella darknet, e chi ha postato il database, lo ha fatto senza alcun riferimento a nomi, cognomi o altre informazioni che permettessero di identificare a chi fossero collegati i dati in questione.

Praticamente c’era solo una tabella con solo i seguenti dati:

  1. Età;
  2. aspetto fisico (altezza, peso ed altro che lui ritenesse potesse essermi utile per l’analisi che volevo fare);
  3. Preferenze sessuali proprie;
  4. Età ricercata in un eventuale partner;
  5. Preferenze sessuali ricercate in un eventuale partner.

Alla fin fine, nessun dato che permetta di reperire informazioni su chicchessia né alcuna chat privata, o pubblica che fosse, o foto: solo cifre!

Continue reading →

La prima coppia gay di cui si abbia un’evidenza storica.

Niankhkhum e KhnumhotepSource: Public domain

Niankhkhum e KhnumhotepSource: Public domain

Vissero, morirono e furono sepolti, insieme, già nel 2400 a.C. in Egitto.

Quando gli egittologi scoprirono la tomba a Saqqara, in Egitto nel 1964, rimasero sorpresi: questa è stata la prima, ed unica, tomba nella necropoli in cui è stata sepolta, insieme, una coppia dello stesso sesso. Con la maggior parte della loro storia, che si perde nella traduzione, gli egittologi hanno estrapolato dalle prove rilevabili nella loro tomba che Khnumhotep e Niankhkhnum sono la prima coppia gay documentata della storia. L’affermazione di una prima coppia dello stesso sesso registrata ha incontrato un notevole dibattito tra gli accademici. I geroglifici adornanti la tomba, li raffigurano mentre si tengono per mano, faccia a faccia con i loro nasi che si toccano, abbracciati. Tutte posizioni che nello stile egizio, raffigura una coppia sposata. Continue reading →

Ratzinger e la sua biografia che attacca indovinate un po’ chi?

Lo sguardo inqietante di Ratzinger

Lo sguardo inquietante di chi avrebbe dovuto, invece, emanare amore…

Pensavate si fosse isolato in Santa Marta lasciandoci finalmente in pace? Ebbene no!


Eccola lì: una biografia scritta dal giornalista tedesco Peter Seewald, intitolata in tedesco “Ein Leben”; un bel libercolo nel quale ripercorre la sua vita, i suoi pensieri, le sue convinzioni, e tanto perché nessuno pensasse si fosse ammorbidito con la vecchiaia, dalle prime indiscrezioni arrivate, e rilanciate in pompa magna da vari siti conservatori americani —ma dai!!— ha ripreso a sparare a zero sui peccati e peccatori del mondo… ed ecco cosa ne è venuto fuori: «Cento anni fa, tutti avrebbero considerato assurdo parlare di un matrimonio omosessuale», sottolinea Ratzinger. «La società moderna è nel mezzo della formulazione di un credo anticristiano, e se uno si oppone, viene punito dalla società con la scomunica. La paura di questo potere spirituale dell’Anticristo è più che naturale, ed ha bisogno dell’aiuto delle preghiere da parte di un’intera diocesi e della Chiesa universale, per resistereContinue reading →

Parliamo delle nuove norme di protezione dal corona virus e delle app per incontri.

Ormai le direttive sono chiare: sul come comportarsi, su come curarsi l’igiene di base per evitare la contaminazione, sui comportamenti da avere con le persone più vicine, come amici e parenti.

Quello che non sembra essere chiaro è il come applicare queste normative anche alla voglia di incontrare persone, anche nuove, per farci del sesso.

Stavo giusto chiacchierando con alcuni amici storici, di un paio di chat e, nel mentre, guardavo ovviamente i vari profili attivi nella ricerca di incontri immediati.

Continue reading →

Le preferenze di razza nel sesso? Non sono un crimine!

Una coppia mista.

Da diverso tempo mi sono accorto, durante le occasionali scorribande nei siti porno, che sempre meno mi hanno interessato i filmati porno con attori neri.
Inizialmente era uno ogni tanto, poi sempre più spesso, adesso quando vedo, nell’immancabile preview, degli attori di colore, salto proprio il filmato.

Allora mi sono chiesto: ma sono diventato razzista???

Di certo non nella vita quotidiana: gli amici di colore che ho continuo a frequentarli come facevo prima: non ho notato ne mie prese di distanza, ne cambiamenti di atteggiamento da parte mia nei loro confronti. Poi con gli amici di colore con cui sono davvero legato, mi sono sentito di poter dire loro chiaramente: «se vedete un mio cambio di atteggiamento nella nostra amicizia, vi prego, fatelo notare immediatamente!!»

Continue reading →

Mi sono innamorato del mio amico etero: e adesso come la gestisco???

Sinceramente questa frase, qualunque gay, l’ha sentita decine, se non centinaia, di volte nella propria cerchia di amici. Eppure è una situazione che tende ad essere sempre presente, nella vita di ogni singolo omosessuale, almeno una volta nella propria vita, e magari fosse solo una !!

Continue reading →

Quanto mi piacerebbe se lui… quanto mi piacerebbe se io…

Quanto mi piacerebbe se lui… quanto mi piacerebbe se io…

La frase vi suona familiare? A dirla tutta suonerà familiare sia alle coppie etero, che a quelle bisessuali, che a quelle gay: è un problema comune.

Di quale problema stiamo parlando? Del fatto che nel sesso, salvo la fase iniziale in cui tutto è molto istintivo e non programmato, i componenti di una coppia spesso hanno esigenze diverse e non sempre complementari.

“Mi piacerebbe che mi facesse questo o quello…”, “Quanto mi piacerebbe se lui mi facesse quella o questa cosa…” sono pensieri, che di norma sono sempre piu presenti, man mano passano gli anni, ed il sesso diventa qualcosa di pericolosamente abitudinario!!

Perché non ce nulla di più pericoloso in un rapporto consolidato, della routine, specialmente nel sesso.

Adesso veniamo alla questione saliente del post: le cose che ci piacciono, o iniziano ad interessarci che il nostro compagno non fa, vuoi perché non le ha mai fatte e non si immagina che adesso ci interessino, vuoi perché lui da una valenza totalmente diversa al gioco, rispetto alla valenza che diamo noi. Continue reading →

Omosessuali e omofobi: è possibile al contempo?

Combatti Omofobia

Domanda strana eh?? Eppure me la sono posta, o meglio ce la siamo posta, io ed un mio amico, che teme di vivere in questa situazione apparentemente piuttosto assurda. Giustamente lui si domanda: «Come è possibile che io sia gay ed omofobo, allo stesso momento???»

Beh a dirla tutta, non è una situazione poi così strana. Ne ho conosciuti di soggetti che vivevano la stessa strana situazione, come una parte della loro mente, o coscienza, fossero posizionati nel posto sbagliato!! In realtà, però, né il mio amico, né quelli conosciuti in passato lo erano, schizofrenici intendo.

L’omofobia, specialmente in questo paese, o uno qualsiasi dei paesi del sud Europa, nasce, molto spesso, ben prima che un soggetto realizzi la propria omosessualità, o meglio: prima che la accetti.

Continue reading →

Come un figlio può fare il Coming Out con un familiare.

Può sembrare buffo, ma questo post comincerà circa come quello precedente, solo a parti invertite. Quindi, come un figlio dovrebbe comportarsi nei tre casi più comuni:

  1. Hai il dubbio, o sei già al punto che ne sei certo, di essere gay;
  2. vorresti fare di fare coming out con i tuoi genitori;
  3. qualcuno che ama farsi gli affari altrui, ha fatto outing su di te ed i tuoi sono venuti a saperlo indirettamente.

Come puoi vedere, le situazioni sono pressoché le stesse dei genitori, con la differenza —tutt’altro che minima —che il soggetto sei tu!

Già avrai avuto il tuo bel da fare per capire cosa sei e perché lo sei; avrai avuto il tuo bel da fare a capire che non sei malato, né sbagliato, né cattivo, né destinato all’inferno per questa cosa. Adesso ti ritrovi in una di questa tre situazioni: come affrontarle? Beh io posso solo darti qualche consiglio, in gran parte per la mia esperienza personale, per altre parti frutto di esperienze di altri ragazzi che ho aiutato nelle tue stesse condizioni; quindi partiamo dal primo punto!!

Continue reading →

Mio figlio forse è gay!! Adesso che faccio?

Inizio con il parlare di come un genitore dovrebbe comportarsi nei tre casi più comuni:

  1. Scopre, da solo in qualche modo, che il pargolo sia gay;
  2. il proprio figliolo fa coming out con voi;
  3. qualcuno che ama farsi gli affari altrui, fa outing su vostro figlio e lo viene a sapere indirettamente.

Continue reading →